letture 2015

Letture formative

Da un po’ di tempo la lettura per me non è più solo intrattenimento, né svago; ha acquisito una funzione più mirata, primaria, funzionale al mio percorso da scrittore. Come da tradizione, rendo pubblico l’elenco delle letture che mi hanno impegnato nell’anno appena trascorso. Le ho divise in due categorie: romanzi; saggi & manuali.

Benché in questa fase anche i romanzi per me sono una sorta di manuali e tutte e tre le categorie possano tranquillamente rientrare in una più generale: quella cioè di letture tecniche; mi pare in qualche modo più corretta la suddivisione che ho scelto. Forse perché nei romanzi riscontro anche un valore estetico che nei saggi e nei manuali non riesco proprio a notare; funzione estetica che è essa stessa oggetto di studio.

Comunque, non perdiamoci in chiacchiere, ecco l’elenco delle mie letture nel 2015:

Continua a leggere


richter_858_3

Fondamenti di grammatica per aspiranti scrittori

La volta precedente abbiamo parlato di soggetto, cioè di chi compie o subisce un’azione. Soprattutto di soggetto grammaticale, quello espresso dal predicato verbale, che di soggetto logico: chi l’azione la compie sul serio. Oggi vediamo quello che è considerato il vero e proprio nucleo di una frase, senza il quale (frasi ellittiche a parte) non può esserci comunicazione: il predicato.

Continua a leggere


 

New year 2014, 2015, 2016, 2017

Editoriale

Il 2015 è stato un anno duro, ricco anche di soddisfazioni, ma tutto in salita. Ne ho già parlato, credo, la settimana scorsa: una convivenza finita (bene), un lavoro che non ha più molto da offrire, un corso di narrazione con Giulio Mozzi… un anno duro. Dicono che la discesa segua sempre una salita. Staremo a vedere. Per il momento sono felice che si sia chiuso un anno e se ne sia aperto un altro.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: