Koyaanisqatsi


koyaanisqatsi

La realtà è liquida

Era il 1982. Nelle sale cinematografiche viene proiettato questo film. Ricade sotto la dicitura di genere: documentario. Niente di più falso, Koyaanisqatsi è un’opera d’arte postmoderna. Se dopo la visione non ne sei ancora convinto, caro follower, ti basti andare a guardare chi è l’autore della colonna sonora che accompagna il film per tutta la sua durata (1 ora e 22 minuti): Philip Glass. Il regista è Godfrey Reggio. Il film è il risultato di 6 anni di riprese e montaggi.

Un susseguirsi frenetico di attimi eterni

«Perché proprio il giorno di Natale ci ossessioni con un’opera postmoderna che probabilmente non apprezzeremo?».

Perché è Natale. La tradizione vuole che il giorno di Natale, satolli del pranzo faraonico, si vada con tutta la famiglia a vedere un bel film al cinema.

«Ma c’è crisi… C’è grossa crisi, Quelo».

Proprio per questo: il mio regalo a Te, caro follower, è la visione gratuita di Koyaanisqatsi, proprio su questo schermo (basta cliccare il nome).

«Ma è legale?».

Legalissimo. Non penserai, caro follower, che metterei di proposito a rischio proprio te?

«Ok, ma non c’era qualcosa di meglio?».

La risposta è dentro di te, epperò è sbagliata.

Koyaanisqatsi è il primo di una trilogia. Io consiglio la visione di questo, se poi, curioso, decidi di vedere anche gli altri… buon per te. Koyaanisqatsi è il prototipo esatto di film postmoderno: non c’è una storia, non c’è una trama, è tutto in ceco ma tanto non ci sono dialoghi; epperò ti sfido a non capirne il senso: se alla fine della visione avrai dei dubbi, torna a esprimerli qui.

Buona visione, caro follower.

«Aspe’, almeno dicci che significa: koyaanisqatsi».

Vita in tumulto

Buon Natale

13 Comments on “Koyaanisqatsi

  1. Sei andato a pescare un grande mito, filmico ma soprattutto musicale. C’è stato un periodo in cui non riuscivo a smettere di ascoltare a manetta il tema di Glass, che ti scava dentro e non esce più! 😉
    Grazie e buon Natale.

    Liked by 1 persona

  2. Proprio questo tra mille, che strana combinazione che ci unisce. Non perderti Anima mundi, sempre di Reggio e Glass. Ottima segnalazione narrativa. Vuol dire che sono post moderno anch’io?

    Liked by 1 persona

  3. Non avevo mai visto questo film, mentre ho riconosciuto la musica. Bello nel suo genere, ma non amo il genere anche se si sposa bene con la mia misantropia.
    Comunque, acquista indiscutibile valore se guardato a due giorni da Zombeavers 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: