Non è un addio, naturalmente. I contenuti del blog resteranno on-line a disposizione di quanti, passando di qui, li riterranno ancora utili al proprio cammino. Nei prossimi giorni e settimane, inoltre, appariranno degli articoli che avevo già programmato prima delle vacanze; fin quando non si estingueranno da soli. Non escludo, peraltro, di tornare a scrivere qualcosa, di tanto in tanto, se ne avrò il tempo e qualcosa di intelligente da dire. Pensandoci, se tutti si sforzassero di scrivere solo avendo delle cose davvero intelligenti da comunicare, forse in Italia ci sarebbero molti meno “scrittori” e molti più lettori. Ma tant’è…


Alcune volte è colpa della mancanza di lucidità. Altre, di un’abitudine protratta nel tempo. Ad ogni modo i problemi in cui ci si imbatte, quando si inizia a lavorare a un romanzo, possono arrivare a sorprenderti per la loro semplicità. Ma semplicità non significa facilità nel risolverli.