Libri da Autogrill


Libri da Autogrill

…quando mi fermai in Ottobre

Quando viaggi ti può capitare di avere sete, sonno, fame, bisogni corporali di vario tipo o semplicemente il desiderio di alzare il sedere dal sedile e sgranchire le gambe. Quando viaggi in autostrada l’unico modo per soddisfare questi bisogni è fermarsi in un Autogrill.

Gli Autogrill sono luoghi democratici; dentro trovi tutta la società nelle sue diverse sfaccettature: il camionista e il poliziotto, l’operaio e l’industriale, il rappresentante e il manager, il tifoso e il calciatore, la prostituta e la suora, lo studente e il professore. L’Autogrill è un pezzo di Paese che viaggia e si raccoglie in un luogo, senza distinzioni di razza, religione, sesso o fede politica.

Negli Autogrill trovi di tutto. Non solo persone, ma anche e soprattutto merce. Fra queste, un oggetto che non manca mai è il libro. Ma non un libro qualsiasi: un libro da Autogrill!

Diversamente dai libri che potreste trovare il libreria, quello esposto negli Autogrill non è per forza il miglior libro mai scritto, nemmeno l’apice della letteratura nazionale o internazionale. Il libro esposto negli Autogrill non è neanche il più venduto o il più premiato. Il libro esposto negli Autogrill è, però, il libro che ha le maggiori chance di essere piazzato.

Agli Autogrill non importa nulla della letteratura, non sono interessati a divulgare la cultura e il libro non è certamente l’unico oggetto che viene esposto. È solo uno dei tanti oggetti che servono a fare cassa.

Le caratteristiche di questi libri sono variabili, ma tutti, indistintamente, sono stati selezionati perché hanno buone possibilità di essere venduti. A chi? Al lettore da Autogrill. La mia curiosità, da aspirante scrittore, non poteva che esserne attratta. Vi siete mai chiesti quali sono e come vengono scelti? Io sì, e tutte le volte che mi capita di trovarmi in un Autogrill – e mi capita spesso – mi fermo a osservarli. Nasce così l’idea per questa rubrica: Libri da Autogrill.

Senza alcuna periodicità, pubblicherò il lunedì – alternandola alla rubrica: “Due chiacchiere davanti a un caffè con…” – i dieci libri da Autogrill che hanno attirato maggiormente la mia attenzione. Iniziamo subito:

01 – I giorni dell’eternità

Ken Follett è ovunque, invade le corsie. La sua copertina in turchese smagliate attira l’attenzione soverchiando la concorrenza. In alcuni Autogrill ha addirittura un espositore dedicato. Impossibile non vederlo.

02 – Mr Mercedes

Non poteva mancare il Doctor King. Diversamente da Follett, però, occupa solo un misero angolino. Evidentemente a Mr Autogrill non è andata giù l’essersi ritrovato scatoloni di Doctor Sleep invenduti nel retro. Si sa che i libri nel retro fanno la muffa.

03 – Il Capitale, del XXI secolo

Ero rimasto alla “versione” di Karl Marx, ma Thomas Piketty batte tutti in fantasia e originalità e sforna il suo Capitale, sì, ma del XXI secolo. Essendo l’Autogrill luogo eletto per eccellenza all’acquisto di libri da parte di imprenditori, manager e rappresentanti senza scrupoli, troppo impegnati per infilarsi in una libreria, è abbastanza ovvio che questo genere di libri attirino la loro attenzione. E chi è Mr Autogrill per rifiutare una vendita quando ne ha l’opportunità?

04 – La pioggia fa sul serio

Con una certa sorpresa mi trovo davanti questo libro, scritto da Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli. Un Thriller (?) franante – nel senso che parla di frane e di altri delitti, sugli Appennini – che attira la mia attenzione. Non so se lo leggerò, ma se qualcuno di voi l’ha fatto mi faccia sapere cosa ne pensa.

05 – Eia eia alalà

Non sono impazzito, è l’ultimo libro di Giampaolo Pansa: un antico grido di vittoria riesumato dallo squadrismo fascista. Così recita la quarta di copertina. Anche questo libro attira l’attenzione sugli scaffali; l’Autogrill è un luogo democratico.

06 – Ti odio con tutto il cuore

L’immancabile fascetta recita: un successo del passaparola. Un bel cuore rosso incerottato occhieggia dalla copertina. L’autrice è Valeria Luzi. Nella mia profonda ignoranza ammetto di non conoscerla. Se qualcuno di voi lo ha letto, batta un colpo.

07 – L’ora di lezione

Cosa significa essere insegnanti in una società senza padri e senza maestri? C’è lo insegna Massimo Recalcati. Un mainstream memoriale ambientato negli anni settanta. Anche in questo caso ammetto la mia ignoranza non conoscendo l’autore. Lascio a voi il compito di illuminarmi.

08 – Donne

L’ultimo di Andrea Camilleri, o forse il penultimo, non saprei. Ormai ne sforna uno al bimestre. Se però pensate di trovare l’intramontabile commissario Montalbano in versione trans, be’, vi sbagliate. Questo libro esce fuori dai soliti schemi, quelli di Camilleri. Camilleri però mi piace. Sono curioso. La piramide di fango mi è andato decisamente a genio. Forse lo comprerò…

09 – Molto bene

Ebbene sì, negli Autogrill sostano anche le casalinghe. Ma chi sono io per giudicare l’ultimo libro di Benedetta Parodi? Se qualcuno lo compra è giusto che venga venduto. Lo comprerete?

10 – Il cardellino

Si dice che Donna Tartt abbia impiegato quasi dieci anni per scriverlo. Mi piacerebbe leggerlo, ma allo stesso tempo temo le sue 900 pagine. Voi l’avete fatto?

______________

Come vedete l’Autogrill è un luogo democratico, ogni tipo di libro trova il suo posto. O meglio, ogni tipologia di libro che ha chance di essere venduto in massa trova il suo angolino fra gli scaffali ricolmi di salumi e porcellini di plastica. L’Autogrill è una vetrina perfetta per capire cosa legge, se legge, l’italiano medio. Non sottovalutate quella che è allo stesso tempo un indagine di marketing e uno spaccato di antropologia nostrana. Si impara sempre, anche da ciò che ci fa storcere il naso.

Dunque, fra questi libri, quali sono quelli che avete letto o prevedete di leggere?

Nota:

L’ordine in cui sono stati organizzati i libri in questo elenco è stato scelto dell’autore, secondo il suo gusto, senza alcun riferimento alle classifiche di vendita né l’ausilio di mazzette sottobanco.

P.S. nel caso in cui qualche Casa Editrice volesse “omaggiare” il sottoscritto, il mio indirizzo mail lo trovate qui.

20 Comments on “Libri da Autogrill

  1. Non sono molto tentata di leggere questi libri, a parte il famigerato cardellino, che già mi era stato segnalato e forse leggerò. La prima cosa che ho pensato è stata: come ci si può inserire nella rosa degli eletti? Molto venale e prosaica. Ma mi sa che la risposta passi attraverso canali nascosti, che è meglio restino tali.

    Liked by 1 persona

    • Lo scopo della rubrica è proprio questo: vedere quali sono i libri che vengono scelti per essere venduti in Autogrill. Perché l’Autogrill? Perché non è una libreria. I libri che vedi esposti in Autogrill sono quelli che hanno le maggiori potenzialità di essere venduti in grande numero al lettore medio, cioè al lettore occasionale da Autogrill appunto. 😉

      Mi piace

    • Ciao wwayne, benvenuto nel mio blog. Sei un patito di Stephen King? Non ho mai letto Buick 8, ma leggerò il tuo post per farmene un’idea. 😉 A proposito, che ne pensi di Doctor Sleep, se lo hai letto?

      Mi piace

      • L’ho letto, e mi è piaciuto. Non lo metterei sul podio dei miei libri preferiti di King (saldamente occupato da Buick 8, 22/11/’63 e The Dome), ma sicuramente è valsa la pena sia di scriverlo che di leggerlo. Grazie per la risposta! 🙂

        Liked by 1 persona

        • Se parliamo di King, per me il primo posto lo occupa Stagioni diverse – la raccolta di racconti – e subito dopo, ma non troppo distante, 22/11/’63 che trovo un essere davvero spettacolare.

          Mi piace

  2. Non mi fermo in un autogrill da qualcosa come 25 anni: all’epoca avevo ancora una relazione esclusiva con la TV, quindi non ricordo di aver fatto caso ai libri. Però è una cosa interessante. Chissà come vengono gestiti gli ordini… Non deve essere semplice, comunque, considerata la diversità della clientela. Mi chiedo anche se vendono bene.
    Aspetto la prossima carrellata di dieci titoli.

    Liked by 1 persona

    • È proprio questo lo spirito con cui andrebbe letta questa rubrica! Grazie Sam. 🙂
      Per quanto riguarda gli ordini, non saprei, ma credo che non vengano gestiti diversamente da quanto accada per qualsiasi merce in un supermercato. Finora ho potuto individuare tre tipologie – chiamiamole categorie – di libri: 1. i futuri best-sellers (vedi Ken Follett o Stephen King); 2. i libri per la “crescita personale” (tipo il Capitale di T. Pikkety o i vari metodi per smettere di fumare o per vendere di più, ecc); 3. infine una carrellati di libri che non saranno mai dei veri e propri best-seller, ma che fin dalle premesse hanno buone probabilità di vendere parecchio (magari anche spinti dalla casa editrice o dal distributore di turno).

      Mi piace

  3. Io per questa settimana passo.. non me ne ispira neanche uno. L’unico di cui so qualcosa in più è quello di Camilleri. Ho letto una recensione che dice che è una panoramica su donne vere che lui ha conosciuto durante la sua vita, e che si vede che stavolta non aveva niente di meglio da scrivere. NEXT!

    Liked by 1 persona

      • Gli ultimi estratti di libri appena usciti che ho scaricato per valutare l’acquisto sono:
        – La notte dei Truzzi di Alessandro Cassano, ed è tutta colpa tua
        – La cena degli addii di Ito Ogawa, perché mi piace la letteratura giapponese
        – Una felicità imperfetta di Tina Seskis, perché si è autopubblicata e ha sfondato
        – La tredicesima storia di Diane Setterfield, consigliato da un’amica
        – Se la vita che salvi è la tua di Fabio Geda, perché Amazon pensa che mi piacerà

        Liked by 1 persona

          • Amazon non sbaglia un colpo per quanto riguarda i consigli correlati ai miei acquisti Kindle,però visto che uso Amazon Prime per mandare regali di compleanno in Italia poi mi manda newsletter correlate ai miei acquisti che non mi interessano per niente. Di sicuro non voglio comprare Barbara D’Urso 😉

            Mi piace

  4. Pingback: Libri da Autogrill, sotto Natale | Salvatore Anfuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: